Firenze

« Vid'io Fiorenza in sì fatto riposo,
che non avea cagione onde piangesse;
con queste genti vid'io glorioso
e giusto il popol suo tanto, che il giglio
non era ad asta mai posto a ritroso
né per division fatto vermiglio »

(Dante Alighieri, Divina Commedia, Paradiso, Canto XVI, 152)

Il giglio, simbolo della città di Firenze, nella versione odierna è usato fin dal XIII secolo al termine della sanguinosa guerra tra Guelfi e Ghibellini.

Fratelli Peruzzi, per onorare il simbolo della città, hanno realizzato una collezione di prodotti in argento raffigurante il simbolo di Firenze.